Chiusano San Domenico: tre elementi di verità.

Lunedì, 14. Ottobre 2019

In relazione alle osservazioni evidenziate negli ultimi giorni a mezzo social ed a mezzo stampa, provenienti dal Comune di Chiusano San Domenico, la società Irpiniambiente fornisce le dovute precisazioni ad esclusivo onore di verità:

 

A)    NON SI PUO’ USCIRE DA DOVE NON SI E’ MAI ENTRATI

Il Comune di Chiusano San Domenico, proveniente, nel lontano 2010, dai comuni afferenti al Co.Sma.Ri Avellino 1, non ha mai sottoscritto con Irpiniambiente un contratto di servizio per la raccolta sul proprio territorio, pertanto non rientra tra i comuni serviti se non per lo smaltimento delle frazioni autonomamente raccolte.

 

B)     IRPINIAMBIENTE HA SOLO MOSTRATO RESPONSABILITA’ ISTITUZIONALE

Come per pochissimi altri comuni che non hanno mai sottoscritto contratto di raccolta, la società Irpiniambiente ha mostrato ed accordato disponibilità all’espletamento dei servizi di smaltimento delle frazioni differenziate ed indifferenziate, in osservanza al quadro normativo di riferimento, che attribuisce legittimità e che costituisce l’unico punto di riferimento per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti in Regione Campania.

 

C)    NON C’E’ VITTORIA LEGALE SE NON VI E’ SENTENZA

Il Comune di Chiusano San Domenico riferisce di una vittoria legale sul ristoro Conai che avrebbe visto soccombente Irpiniambiente per circa 100 mila euro. In realtà in merito alla vicenda, Irpiniambiente (come anche in Comune di Chiusano) è ancora in attesa della sentenza in merito.